Meet

DAL FASHION AL FOOD CON FELINA ELEGANZA

A colloquio con Ophelia Kumbe, inconsueta modella-chef

Ophelia10

Pelle di cioccolato, movenze feline e un nome che evoca l’Amleto di Shakespeare: Ophelia Kumbe non è una che passa inosservata e nemmeno una che lascia indifferenti. Fotomodella per professione, chef per passione, si destreggia con disinvoltura tra il mondo del fashion e quello del food, riuscendo a restare fedele a sè stessa. Ed è probabilmente questo il segreto del successo che sta riscuotendo la sua pagina Facebook “Ophelia Fashion Chef” con la quale si propone come personal chef,  un vero e proprio ristorante che arriva direttamente a casa del cliente e cucina sul posto. Inevitabile quindi rivolgerle alcune domande.

Dalla moda ai fornelli: un bel salto il tuo! A cosa è dovuta questa scelta?

E’ dovuta al fatto che mi e’ sempre piaciuto cucinare, mettere a tavola amici, chiacchierare condividendo un piacere e una necessita’ comune, ovvero il fatto di dover comunque mangiare. E allora mi son detta perchè non scegliere la strada della convivialità?

ophelia5

Come hai avuto l’idea di fare la personal chef? E’ un secondo lavoro che si affianca a quello di top-model, o solo un hobby?

Tutto è iniziato pensando che non c’è nulla di meglio che trasformare un piacere in lavoro, perchè in questo caso si da molto, moltissimo, in quanto lo si fa perchè piace davvero. E’ un hobby quando lo faccio per gli amici, così, per passare del tempo insieme. Però sta diventando un lavoro, e questo mi rende felice.

Sei bella, magra, cosmopolita: la tua cucina ti somiglia?

La mia cucina mi somiglia sì. Cerco di curarne sempre l’aspetto come faccio con me stessa. E poi e’ sana poiche’ cerco di renderla leggera e nel contempo gustosa. Cosmopolita? Anche!

ophelia11

Sei nata a Xai Xai in Mozambico e hai viaggiato per lavoro nelle capitali di tutto il mondo. Nella tua cucina hai portato qualcosa da ognuno di questi luoghi? E cosa?

Certamente, ho sempre portato con me qualche idea, dalla mia Africa e da tutti i luoghi che ho visitato: ingredienti, spezie, abbinamenti, perchè ogni posto ha un suo modo speciale di usarli che lo distingue da tutti gli altri.

Che ruolo hanno le spezie nelle tue preparazioni?

Hanno un ruolo importantissimo a seconda della ricetta: alcune danno sapore, altre aggiungono carattere al piatto, altre ancora decorano e infine alcune sono curative e quindi fanno bene alla salute!

Ophelia6

Segui delle ricette scritte oppure le crei tu stessa?

Si, seguo ricette scritte ma mi piace anche crearle da sola o partendo dalle basi di altri, togliendo o aggiungendo ingredienti per vedere cosa esce. Mi piace sperimentare insomma!

Quanto influisce secondo te una buona presentazione dei cibi sulla buona riuscita di un banchetto?

Tantissimo! Per me un bell’ impiattamento aggiunge valore al cibo.  E questo dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, quanto tengo alla bellezza!

Ophelia9

Hai mai avuto paura di ingrassare dedicandoti ai fornelli? Oppure hai qualche segreto per rimanere così magra pur mangiando?

No, mai avuto paura di ingrassare ed e’ da tanto che cucino e che mangio pure. Ci sono cose che non mangio volentieri, ma solo perchè non mi piacciono o perchè in grandi quantita’ fanno male alla salute. Per il resto, sono così per costituzione.

Nel mondo del fashion spesso accade che le ragazze finiscano nel tunnel dell’anoressia. Non è il tuo caso, ma quale consiglio daresti a una ragazza che finisce in quel tunnel?

L’annoressia e’ una malattia ed è il medico che si deve pronunciare. E’ difficile da parte mia dire qualcosa, non riesco a capire come possa una persona rimanere senza mangiare, so che io ho una specie di campanello che mi dice che e’ ora, e se non mangio mi sento male, cambia l’espressione del mio viso, mi si abbassa il tono di voce, insomma è come aver bisogno di carburante per la macchina.

Ophelia7

Cosa pensi dell’attenzione di cui oggi sono oggetto le donne curvy anche da parte di autorevoli testate?

Tutto dipende dai canoni di bellezza. A me piacciono le donne con le forme, le trovo bellissime, femminili. Da piccola mi sentivo a disagio per la mia magrezza perchè in Mozambico la donna e’ bella quando e’ in carne. Poi, quando sono arrivata qui, ho capito che ero fortunata, perchè ci sono canoni di bellezza diversi e la magrezza che prima mi faceva soffrire si è rivelata un prezioso strumento di lavoro!