A sant’Ambrogio si rinnova lo spettacolo della Prima

Un regalo davvero speciale? Regalate Milano!
3 dicembre 2018
Riscopriamo la Meneghina
12 dicembre 2018

A sant’Ambrogio si rinnova lo spettacolo della Prima

Domani, 7 dicembre sant’Ambrogio, ci sarà, come da tradizione, la prima della Scala e, come da ormai otto anni a questa parte, sarà una “prima diffusa”, ovvero visibile in tutta la città di Milano, al fine di rendere la Scala sempre più aperta e accessibile al maggior numero possibile di cittadini di ogni ceto, condividendo la bellezza delle emozioni suscitate dalla grande musica con un pubblico sempre più ampio. L’onore di aprire la stagione teatrale spetta questa volta all’Attila di Giuseppe Verdi, con la direzione del Maestro Chailly e la regia di Davide Livermore. Una tradizione, questa del 7 dicembre, che risale al 1951, quando si volle anticipare l’apertura della stagione, fino ad allora fissata al 26 dicembre, il giorno successivo al Natale, per consentire un aumento delle recite e per legarla alla festa del santo patrono. Nacque così il sant’Ambrogio scaligero e nacque anche quel rito collettivo che va oltre la musica. La prima di sant’Ambrogio infatti è stata definita dagli americani “il più grande spettacolo del mondo” e non è certo un caso perchè da sempre è occasione di gara di eleganza, vi si va infatti per vedere e farsi vedere. E’ poi occasione internazionale di gossip, basti pensare alla prima del 1960 che segnò il ritorno della Callas a Milano e ad applaudirla c’erano il marito-mentore Giovanni Battista Meneghini, l’allora sovrintendente Antonio Ghiringhelli, e i principi di Monaco Grace e Ranieri. Ma nel cuore della divina c’era già entrato l’armatore greco Aristotele Onassis, un amore folle che coincise con il declino della sua magnifica voce, e con essa del suo successo e anche della sua serenità personale. Da quell’infelice amore Maria Callas infatti non si riprese mai più, fino a morire in solitudine.

 

Ma la prima della Scala è anche occasione per sondare gli umori sociali, i fermenti e le inquietudini, basti pensare alle feroci contestazioni degli anni 60/70 scandite dagli slogans di allora “falce e martello, borghesi al macello”. Vi si va insomma per tastare il polso alla città e a tutto il Paese, perchè con un’opera si presenta il profilo di un’intera stagione sociale e non solo musicale. E in questi ultimi anni, ecco la “prima diffusa”, emblematica la possibilità di vederla anche all’interno del Carcere di San Vittore e dentro al carcere minorile Beccaria. Ma moltissimi altri sono i luoghi dove verrà proiettata e potete leggerli tutti a questo link https://tg24.sky.it/intrattenimento/2018/12/05/prima-della-scala-diffusa-2018.html

Ricordiamo inoltre altre iniziative legate alla Prima della Scala

Fino al 9 dicembre sono aperte al pubblico le installazioni a cura dell’Accademia Teatro alla Scala per vivere l’emozione dell’opera e ripercorrere la storia della sua rappresentazione.

Il 9 dicembre la Prima si potrà vedere in battello sui Navigli e nel Sepolcreto della Ca Granda.

In collaborazione con Rai Com e Teatro alla Scala di Milano, Cinema Bianchini propone l’opportunità di rivedere la Prima a bordo del Battello sui Navigli a soli due giorni dalla sua rappresentazione al teatro più famoso di Milano.

” Verdi, barbarico, travolgente, furente come un unno: Attila

Durata del film

  • 2.20 h

In programmazione a Cinema Bianchini

  • 9 Dicembre 2018 ore 19.50 – APERITIVO IN OMAGGIO INCLUSO NEL BIGLIETTO

Visto il grande interesse è stata aperta una nuova proiezione domenica 16 Dicembre, per permettere a tutti di vivere questa straordinaria esperienza !

In collaborazione con Rai Com e Teatro alla Scala di Milano, Ar.Se – il Percorso dei Segreti propone l’opportunità di rivedere la Prima gratuitamente in una seicentesca Cripta a soli due giorni dalla sua rappresentazione al teatro più famoso di Milano, degustando calde tisane che ti saranno offerte gratuitamente.

” Verdi, barbarico, travolgente, furente come un unno: Attila

Durata della Proiezione

  • 2.20 h

In programmazione a Cinema Bianchini in Cripta

  • 9 Dicembre 2018 ore 15,30 SOLD OUT
  • 16 Dicembre 2018 ore 15.30

Biglietti: 

  • Gratuito (accesso alla Cripta della Statale, visione della Prima della Scala e calda tisana)

 

Infine, fino al 6 gennaio 2019, WOW Spazio Fumetto mette in mostra “Attila, dall’opera di Verdi al mito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *