Fotografia + pasticceria: ecco dolcizie!

La pet-therapist con una marcia in più
20 Ottobre 2014
“Ho iniziato dal nulla e vado avanti con le mie forze”
8 Novembre 2014

Fotografia + pasticceria: ecco dolcizie!

L’interessante storia di una food-blogger che ha iniziato per caso

Dolce come le sue delizie. Sara Fumagalli non si può che definire così. E leggendo le sue risposte alla nostra intervista, non solo sarete concordi, ma vi innamorerete letteralmente del suo blog.
Dal titolo si direbbe un blog di soli dolci, poi, visitandolo, si scopre che per delizie tu intendi anche quelle salate. E’ solo un gioco di parole per renderlo più accattivante oppure il piacere del cibo è per te una delle dolcezze della vita?
Sono sincera, il titolo del blog nasce da un gioco di parole “Dolci Delizie”. Quando tre anni fa iniziai questa avventura (perché lo fu per davvero, non sapevo minimamente cosa significasse avere un blog), il mio unico desiderio era quello di crearmi uno spazio “mio”, dove poter condividere le mie più grandi passioni: la pasticceria e la fotografia.
Parlando di questo mio progetto con un amico, raccontandogli che volevo dedicarmi ai dolci, ma anche a tutto ciò che per me è una Dolce Delizia, lui mi disse “Perché allora non lo chiami Dolcizie?”. Non vi pensai due volte, il mio blog si sarebbe chiamato così: “Dolcizie, le mie Dolci Delizie”. La scelta del nome fu una scelta fatta di “pancia” insomma, come faccio sempre nella vita, mi affido all’istinto e alle mie emozioni.

Anche le altre sezioni sono interessanti e originali, come ad esempio il Re-cake. Hai dato vita a questa iniziativa solo per coinvolgere di più le lettrici oppure per distinguere il tuo blog dalla stragrande maggioranza che si limita a proporre solo ricette?

La decisione di aprire Re-Cake è nata in modo spontaneo, senza pensare ad altro se non al desiderio di creare uno spazio di condivisione e divertimento. Una serie di circostanze che mi hanno portata, con altre 4 amiche blogger, a dar vita a questo progetto. Cerchiamo nel web ricette di dolci particolari, generalmente ricette in lingua straniera, quindi le traduciamo, convertiamo le unità di misura, le proviamo ed infine le proponiamo a chi desidera mettersi in gioco con noi. La condivisione è l’aspetto che più mi piace dell’essere blogger, condividere quanto imparo e imparare a mia volta dagli altri, è una crescita continua e costante.

torta ricoperta

Cosa rappresenta per te il cibo? Solo nutrimento per il corpo, puro piacere,cultura, o altro?
Confesso che sto scoprendo la cultura del cibo proprio in questi anni, grazie a Dolcizie.
Fino ai 25 anni il cibo ha rappresentato per me, solo il nutrimento necessario per il corpo.
Restavo affascinata e incantata nel vedere mia nonna che preparava gli gnocchi (o altre prelibatezze) per tutta la famiglia nei pranzi domenicali, ma il mio interesse si fermava alla preparazione. Appena sposata, a 25 anni, non sapevo neppure cucinare una pastasciutta, se non cucinava mio marito non si mangiava, si può dire. Poi, la svolta, a seguito di un piccolo incidente che mi costrinse a un riposo forzato per 45 giorni, per trascorrere il tempo iniziai a guardare dei programmi di cucina. Qualcosa scattò in me, sentii subito un grande trasporto per la pasticceria in primis, e per la panificazione. (Mi piace anche pensare che la passione per la pasticceria scorra nel mio DNA, avendo avuto un nonno pasticcere).
Cosa pensi delle diete? Ci credi, oppure sei più propensa a credere nei miracolosi alimenti che assicurano un altrettanto miracoloso dimagrimento, oggi tanto pubblicizzati? O non credi a nulla di tutto ciò?

Credo che un’alimentazione sana, equilibrata e varia, abbinata a uno stile di vita attivo, siano la cosa migliore. Non credo nelle “diete” drastiche soprattutto se frutto di un “fai da te”, in quel caso ritengo sia meglio chiedere supporto a un nutrizionista o un esperto ,che potrà indicarci la strada giusta da percorrere senza cadere in errori.

muffin2

Fra gli  ingredienti delle tue ricette figurano regolarmente uova, formaggi, prosciutto, pancetta. Immagino quindi che tu non sia vegana. Cosa pensi a riguardo? Credi che sia solo una moda effimera nata sulla scia delle dichiarazioni fatte da alcuni luminari oppure una scelta etica e responsabile?

Oggi il tema del food è all’apice, ci sono molti filoni di pensiero e non mi sento in grado di esprimere giudizio su nessuno di essi, non ne ho ne le conoscenze sufficienti ne le competenze.
Io, nel mio piccolo, cerco di migliorare il mio stile alimentare diventando più consapevole di ciò che acquisto e consumo. Resto ad ogni modo dell’idea che, gli eccessi in qualsiasi direzione, non vanno mai bene, e come mi hanno sempre detto i miei genitori, la cosa migliore è “mangiare un po’ di tutto”.

Tu pratichi il tai-chi e scrivi che ti ha aperto nuovi orizzonti. Ha influenzato anche il tuo approccio con il cibo e la sua preparazione oppure no?
Il tai chi mi ha aiutato in un periodo particolare della mia vita, mi ha aperto nuovi orizzonti nel senso che mi ha stimolato a riscoprirmi come persona nella sua totalità, fatta di pregi e difetti, debolezze e punti di forza. Mi ha aiutato a imparare a riconoscere i messaggi che il mio corpo mi trasmette, così da capire quando sto chiedendogli troppo e devo rallentare. Tutto questo lavoro fatto su di me, si ripercuote naturalmente nella mia quotidianità e quindi perché no, nell’approccio che ho quando faccio un dolce o una fotografia o una qualsiasi altra cosa.

torta 2a

Quanta importanza attribuisci all’estetica, ovvero alla presentazione del piatto e alla decorazione e apparecchiatura della tavola?

La presentazione di un piatto, la mise en place di una tavola, sono aspetti molto importanti, anche se non sono fondamentali, non dobbiamo perdere di vista che è il cibo la cosa principale.
È come la cornice di un quadro, ne può esaltare la bellezza o al contrario sminuirla, ma la sostanza fondamentale resta il dipinto. Il momento dei pasti, ritengo sia il momento più intimo della giornata, dove tutta la famiglia si ritrova insieme e condivide le proprie storie, le emozioni, i pensieri della giornata. Il pasto è il nutrimento per il corpo ma anche per lo spirito, in questo senso, è una coccola che ci concediamo. Per quanto riguarda i dolci, ci tengo moltissimo alla presentazione, indipendentemente dalla foto che poi dovrò fare, s’inizia a mangiare anche con gli occhi, no?

L’occhio vuole la sua parte e nessuno meglio di te che sei anche fotografa lo può sapere. Sei tu l’autrice di tutte le immagini del blog?

La fotografia è la mia passione principale, ma dato il poco tempo che vi dedico, per i molti impegni, gli scatti non sono esattamente come li desidererei. Quando ho un ritaglio di tempo, cerco di studiare per migliorarmi, e per questo nel mio blog non ho mai sostituito una foto passata e particolarmente brutta con una rifatta recentemente. Ho scelto di lasciare traccia del mio cammino per darmi forza quando mi sento abbattuta, magari per uno scatto uscito non bene.

torta delle rose1

Prima di lanciarti in questa bella avventura e di diventare food-blogger hai frequentato scuole o corsi speciali di cucina oppure hai imparato guardando la nonna e la mamma come la maggior parte di noi?

Ho frequentato un corso base di pasticceria, dove ho appreso gli impasti di base. Poi ho partecipato ad alcune serate di cucina a tema e naturalmente a dei corsi di fotografia. Non si finisce mai di imparare, e avere la possibilità di frequentare un corso tenuto da esperti, è una bellissima esperienza e opportunità. Resta il fatto che comunque, la cosa più importante è provare, provare, provare.

E per concludere quali nuove iniziative bollono in pentola? Anche se sono “top secret” ci puoi dare un piccolo assaggio in anteprima?
Domanda difficile. Come sai non programmo mai nulla, vivo il momento e le idee mi colgono spesso di sorpresa. Non ho segreti e non mi sento una blogger arrivata, anzi, sono alle prime armi. Perciò non ho molto da svelarti sennonché Re-Cake, ora che è cresciuto e ha festeggiato 1 anno, porterà delle novità che secondo noi saranno molto apprezzate da chi ci segue.

treccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *